• Monica

LA MANZETTA PRUSSIANA

Per i carnivori e gli amanti della griglia


Ben trovati!

Oggi vogliamo parlarvi di una novità gastronomica, una prelibatezza senza eguali che vi farà rivedere il concetto di "CARNE", riqualificandolo, conferendogli una nobiltà che mai si era conosciuta prima e un apprezzamento indiscusso tra tutti coloro che l'abbiano provata.

Stiamo parlando della

Manzetta Prussiana

Per chi ancora non sapesse cosa sia, iniziamo col dire che la Manzetta Prussiana non è una razza. Si tratta, invece, di una selezione di carne bovina (#carnebovina) allevata in Masuria, regione della Polonia nord-orientale storicamente contesa tra tedeschi e polacchi e che, fino al termine della II Guerra Mondiale (1945), era conosciuta col nome di Prussia-Orientale (da cui il nome).


Caratteristica della Regione è lo splendido ambiente naturale, pascoli sconfinati e un dedalo di fiumi sfocianti in una moltitudine di laghi: la Masuria è infatti conosciuta come la "terra dei mille laghi".


Mentre la produzione bovina proveniente da questa Regione è genericamente indicata col termine carne prussiana o carne polacca, la Manzetta Prussiana è a tutti gli effetti un marchio registrato dalla ditta Jolanda de Colò (#jolandadecolo #manzettaprussiana), azienda della provincia di Udine (Palmanova) che da più di 40 anni propone un'ampia gamma di prodotti alimentari e gastronomici di qualità e eccellenza.


La Manzetta Prussiana JdC è il risultato di un'accurata selezione di carne bovina allevata e macellata in Masuria. È ricavata da manze molto giovani, di razza Frisna e Simmental, che non hanno ancora partorito e hanno raggiunto un buon sviluppo muscolare. Macellate ad un età variabile (14-18 mesi), la loro carne è caratterizzata da un buon grado di marezzatura.


I capi migliori vengono selezionati negli allevamenti. Cresciuti allo stato brado, nella bucolica campagna marsuriana, questi capi, nell'ultima fase prima della macellazione, vengono nutriti a barbabietole e zucchero.

Aspetto distintivo della carne prussiana, è un dettaglio che fa la differenza in cottura. Infatti, la caramellizzazione degli zuccheri, unitamente allo scioglimento del grasso, favorisce la formazione della succulenta crosticina superficiale e consente alla carne di mantenere i suoi liquidi, reazione di Maillard (#maillard).

Il processo prosegue nei macelli, dove vengono scelti soltanto le mezzene più grasse e i tagli nobili migliori.

Una volta in Italia, la carne viene controllata dal personale qualificato dell'azienda e, prima di essere commercializzata, sottoposta ad un breve periodo di frollatura (generalmente max 7 giorni).


Dalla complessa procedura selettiva ne risulta la carne che stiamo imparando a conoscere: di qualità superiore, raffinata, tenera, e gustosa, da inconfondibili note dolci.


Alcuni intenditori hanno paragonato la Manzetta Prussiana al leggendario Wagyu giapponese (#wagyu #carnegiapponese) e allo stesso è ideale per saporite bistecche, deliziosi filetti, entrecôte, tartare e hamburger.


Alcuni tagli:

Cuberoll, L-Bone, Hamburger fatti a mano










8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti